Non ricordi più la password ?
:::::
Insegnamento: Analisi floristica A.A. 2010/2011
Docenti: Prof.ssa Anna Scoppola
CFU: 4

Programma
1a parte. Analisi Floristica (4 CFU)

Generalità e caratteri diagnostici di pteridofite e spermatofite.
Studio teorico-pratico dei caratteri morfologici e riproduttivi delle famiglie di piante vascolari (Spermatofite angiosperme) rappresentative della flora italiana ed europea, loro ordinamento sistematico. Formule e diagrammi fiorali:
Dicotiledoni: Salicaceae, Fagaceae, Caryophyllaceae, Ranunculaceae, Cruciferae, Rosaceae, Leguminosae, Euphorbiaceae, Aceraceae, Malvaceae, Cistaceae, Violaceae, Umbelliferae, Ericaceae, Oleaceae, Rubiaceae, Boraginaceae, Labiatae, Scrophulariaceae, Plantaginaceae, Caprifoliaceae, Dipsacaceae, Compositae, Monocotiledoni: Liliaceae s.l., Juncaceae, Cyperaceae, Gramineae, Orchidaceae.
Tecniche avanzate e pratica di riconoscimento delle piante erbacee e legnose spontanee della flora italiana con l’uso delle chiavi analitiche per la loro identificazione fino a livello di specie.
Analisi floristica di formazioni forestali e prative di ambienti naturali.
Studio di una flora. La flora d’Italia. Checklist della flora vascolare italiana.
Gli Erbari e la gestione di database floristici. La cartografia floristica.

2a parte. Elementi di geobotanica (2 CFU)
Concetti di flora e di vegetazione e principali metodi di studio.
La flora:
Le componenti di una flora. Le forme biologiche di Raunkiaer.
Corotipi e areali.
Consistenza e caratteristiche della flora italiana.
La vegetazione:
Definizioni generali di popolazione, comunità, ecosistema, bioma.
Classificazioni fisionomiche e classificazione fitosociologica.
I fattori che influenzano la vegetazione.
Distribuzione della vegetazione. Zone e fasce di vegetazione.
La struttura orizzontale del bosco.
Concetti di successione e vegetazione potenziale.
Le principali fasce di vegetazione potenziale dell’Italia e del Lazio.
Risultati di apprendimento
- Conoscenza della diversità della flora italiana, delle sue caratteristiche e criticità.
- Padronanza nell’uso di flore e chiavi analitiche per l’identificazione delle piante.
- Padronanza nella gestione dei dati floristici.
- Conoscenza dei metodi di analisi propri della floristica e della scienza della vegetazione.
- Conoscenze di base per l’analisi e il monitoraggio del patrimonio vegetale, con particolare riferimento alla biodiversità.



Propedeuticità obbligatorie
Propedeuticità consigliate
Testi di riferimento
Pasqua G. et al., Botanica generale e diversità vegetale. 2008, Piccin
S. Pignatti, Flora d’Italia, 3 voll. Edagricole.
Marchi P. et al., Famiglie di piante vascolari italiane: 1-30. Erbario Univ. “La Sapienza” Roma. 2002. Testo e/o Cdrom.; Marchi et al., Famiglie di piante vascolari italiane: 31-60. Rubettino. 2003; 61-103 Rubettino. 2005. testo e Cdrom;
A F.Conti et al. (Eds.), An Annotated Checklist of the Italian Vascular Flora, 2005. Palonbi Ed;
Scoppola, E. Scarici, La conservazione delle piante. Università della Tuscia. 1998;
Erbari didattici;
S. Pignatti (ed.), Ecologia Vegetale, UTET. (cap. 6, 8);
S. Pignatti, Ecologia del Paesaggio, UTET. (cap. 4, 5, 6);
Power-Point delle lezioni.
Modalità di esame
Esame Orale,Prova Pratica,Presentazione erbario personale
Commissione di Esame
A. Scoppola, G. Filibeck, S. Magrini
Informazioni didattiche
Frequenza:Frequenza facoltativa
Modalità didattica:Lezioni frontali   
Organizzazione della didattica :
Orario Lezioni:

Inizio e fine lezioni:
- Viterbo;
Orari di ricevimento
Statistiche dei voti
A: 0% (voti 30 e Lode)
B: 0% (voti 28-30)
C: 0% (voti 26-27)
D: 0% (voti 21-25)
E: 0% (voti 18-20)

Clicca per stampare l'intera scheda dell'insegnamento

Docenti
Prossimi Esami
Questa Materia è presente nei seguenti curricula
Difesa del Suolo e Progettazioni Forestali
Monitoraggio e Conservazione della Biodiversita' Forestale
ex facoltà di Agraria - Università degli studi della Tuscia (Viterbo)