Non ricordi più la password ?
:::::
Insegnamento: Coltivazioni erbacee A.A. 2010/2011
Docenti: Prof. Enio Campiglia
CFU: 6

Programma
Concetti generali riguardo le coltivazioni erbacee e cenni sulle direttive comunitarie e nazionali relative alle superfici assegnate alle specie coltivate. Cenni sulle caratteristiche dei principali sistemi colturali mediterranei con particolare riguardo a quelli mercantili e foraggeri. Delle colture “chiave”, caratterizzanti i sistemi colturali precedentemente descritti saranno trattati (a diverso dettaglio) : l’origine, l’importanza economica, i caratteri botanici, i caratteri ecologici e fenologici. Di ciascuna coltura sarà descritto l’itinerario tecnico con particolare riguardo a: la precessione colturale, la preparazione del terreno, la scelta del corpo riproduttore, la semina, la fertilizzazione, la gestione dell’acqua per l’irrigazione, la lotta alle malerbe, le altre avversità sia di natura biotica che abiotica, la raccolta. Del prodotto saranno valutate: le caratteristiche qualitative, la conservazione, l’utilizzazione, mentre dei sottoprodotti sarà indicata la destinazione. Durante il corso saranno trattate le seguenti colture mercantili: cereali autunno-vernini (frumento duro e tenero, orzo, avena, triticale); cereali primaverili-estivi (mais e sorgo); la barbabietola da zucchero, le colture oleoproteaginose (colza, girasole, soia), le leguminose da granella (fava, pisello,cece, lupino). Saranno indicati i principali impianti foraggeri (pascoli, prati ed erbai) e trattate le seguenti colture foraggere: foraggere poliennali (erba medica, sulla, lupinella, erba mazzolina e festuca), foraggere annuali (trifogli e graminacee annuali ). Le specie trattate potranno subire variazioni in relazione ad eventi al momento non prevedibili.
ESERCITAZIONI
- Visite ad aziende con differenti ordinamenti produttivi;
- Riconoscimento sementi;
- Riconoscimento delle piante coltivate;
- Riconoscimento delle erbe infestanti
Risultati di apprendimento

Scopo del corso è quello di fornire conoscenze tecnico-scientifiche riguardo le principali colture erbacee di pieno campo dell’ambiente mediterraneo secondo i principi delle produzioni sostenibili. Al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di:
- conoscere le caratteristiche morfofisiologiche, ecofisiologiche e la risposta ai principali fattori agronomici ed ambientali delle specie trattate;
- conoscere gli itinerari tecnici ed effettuare le scelte operative più opportune in relazione ai sistemi colturali ed al territorio nel quale le specie trattate si inseriscono;
- comprendere i meccanismi per la gestione delle colture in modo da orientarsi autonomamente anche nella coltivazione di specie non trattate o coltivate per usi diversi da quelli indicati nel corso.



Propedeuticità obbligatorie
agronomia
Propedeuticità consigliate
ecologia agraria, botanica, chimica
Testi di riferimento
Appunti delle lezioni, materiale didattico fornito durante il corso;
Testi di riferimento:
- Bonciarelli F.: Coltivazioni erbacee di pieno campo 2001. Edagricole, Bologna.
- Baldoni R., Giardini L., 2002 : Coltivazioni erbacee Vol I, II e III, . Patron Editore, Bologna.
- Borin M., Bigon E., Caprera P., 2003: Atlante Fenologico. Edagricole, Bologna.
Modalità di esame
Esame Orale,Prova Pratica
Commissione di Esame
Prof. Enio Campiglia (Presidente), Dr. Roberto, Mancinelli, Dr. Emanuele Radicetti
Informazioni didattiche
Frequenza:Frequenza facoltativa
Modalità didattica:Lezioni frontali   
Organizzazione della didattica :
  • Lezioni: 48 Ore
  • Esercitazione: 6 Ore
  • Laboratorio: 6 Ore

Orario Lezioni:
II semestre (da definire)
Inizio e fine lezioni:
- Viterbo;
Orari di ricevimento
Statistiche dei voti
A: 0% (voti 30 e Lode)
B: 0% (voti 28-30)
C: 0% (voti 26-27)
D: 0% (voti 21-25)
E: 0% (voti 18-20)

Clicca per stampare l'intera scheda dell'insegnamento

Docenti
Prossimi Esami
Questa Materia è presente nei seguenti curricula
Scienze e Tecnologie Agrarie e Ambientali
ex facoltà di Agraria - Università degli studi della Tuscia (Viterbo)