Non ricordi più la password ?
:::::
Insegnamento: Assestamento, legislazione e pianificazione forestale A.A. 2010/2011
Docenti: Prof. Luigi Portoghesi
CFU: 7

Programma
Il concetto di gestione forestale sostenibile
Le funzioni del bosco
Gli strumenti della gestione forestale sostenibile
Livelli della pianificazione forestale in Italia
La legislazione nazionale di maggior interesse per la pianificazione forestale:
- R.D. 3267/1923
- L. 1497/1939
- L. 431/1985
- D.L. 227/2001
- D.L. 42/2004 e successive modifiche
- L. 394/1991
Le fasi della pianificazione territoriale e quelle dell’assestamento forestale classico
Definizione di Assestamento forestale
Oggetto, Obiettivo, Attori del Piano di assestamento
La fase conoscitiva del Piano di assestamento
I comparti forestali: compresa, particella, sottoparticella, incluso forestale
Criteri di suddivisione di un a superficie forestale in particelle
Concetto e dimensioni del Bosco normale
I tipi di turno
Tipi di ripresa
L’assestamento del ceduo matricinato: il metodo planimetrico spartitivo e il metodo planimetrico organico
L’assestamento della fustaia coetanea produttiva:
- Normalità planimetrico cronologica, normalità strutturale, normalità provvisionale, normalità incrementale.
- Calcolo della ripresa: Metodo camerale austrico, principio di Paulsen-Hundesagen e formule derivate
Assestamento della fustaia disetanea produttiva:
- Costruzione della curva di distribuzione normale
- Calcolo della ripresa
- Il periodo di curazione
I metodi colturali:
- Metodo del controllo
- Metodo colturale
- ll principio del controllo.
La legge forestale della Regione Lazio (L.R. 39/2002)
Struttura ed elaborati del Piano di assestamento forestale:
- principali parti della Relazione
- gli allegati
Il quadro di riferimento internazionale della pianificazione forestale:
- La convenzione quadro sui cambiamenti climatici
- La convenzione sulla biodiversità
- La convenzione sulla lotta alla desertificazione
- La conferenza ministeriale per la protezione delle foreste in Europa
- Le direttive Habitat ed Uccelli dell’Unione Europea
Organismi istituzionali attraverso i quali lo stato italiano si occupa di foreste
La pianificazione forestale di livello territoriale
Gli altri strumenti di pianificazione territoriale di area vasta:
- Il Piano paesaggistico
- Il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale
- Il Piano di Bacino Distrettuale
- Il Piano stralcio di distretto per l’assetto idrogeologico
- Il \Piano di tutela della acque
- Il Piano faunistico-venatorio
- Il Piano antincendi boschivi
La Valutazione Ambientale Strategica (VAS)
La Valutazione di Impatto Ambientale (VIA)
Risultati di apprendimento
Conoscenza dei più importanti accordi internazionali e delle normative nazionali che hanno influenza sulla pianificazione forestale.
Conoscenza dei livelli di pianificazione forestale in Italia.
Conoscenza delle parti di un piano di assestamento forestale e dei principali metodi per il calcolo della ripresa planimetrica, volumetrica o colturale.
Conosceza degli strumenti di pianificazione territoriale di cui la pianificazione forestale deve tener conto.






Propedeuticità obbligatorie
Selvicoltura generale e speciale, Economia forestale, Tecnologia e Utilizzazioni forestali
Propedeuticità consigliate
Testi di riferimento
1) Appunti delle lezioni
2) P. Corona, A. Barbati, B. Ferrari, L. Portoghesi - Pianificazione ecologica dei sistemi forestali. Compagnia delle foreste, Arezzo.
3) O. Ciancio, S. Nocentini - Il bosco ceduo: selvicotura, assestamento, gestione. Accademia Italiana di Scienze Forestali.
4) Appunti delle lezioni di assestamento forestale dalle lezioni del Prof. Mario Cantiani (in copisteria)
Modalità di esame
Esame Orale
Commissione di Esame
Prof. Luigi Portoghesi, Prof. Piermaria Corona, Dott. Mariagrazia Agrimi, Dott. Walter Mattioli, Dott. Diego Giuliarelli, Dott.ssa Barbara Ferrari
Informazioni didattiche
Frequenza:Frequenza facoltativa
Modalità didattica:Lezioni frontali   
Organizzazione della didattica :
  • Lezioni: 50 Ore
  • Esercitazione: 6 Ore

Orario Lezioni:
Lunedì: 9.40-12.10; Martedì: 8.50-10.30
Inizio e fine lezioni:04/10/2010-22/12/2010
Edificio: Blocco aule Facoltà di Agraria; Aula: 24; Indirizzo: Via San Camillo de Lellis s.n.c. - Viterbo;
Orari di ricevimento
Statistiche dei voti
A: 0% (voti 30 e Lode)
B: 50% (voti 28-30)
C: 20% (voti 26-27)
D: 30% (voti 21-25)
E: 0% (voti 18-20)

Clicca per stampare l'intera scheda dell'insegnamento

Docenti
Prossimi Esami
Questa Materia è presente nei seguenti curricula
Gestione Sostenibile e Produzioni Forestali
Gestione Sostenibile e Protezione dell'Ambiente Forestale
ex facoltà di Agraria - Università degli studi della Tuscia (Viterbo)