Non ricordi più la password ?
:::::

Sessione II

Miglioramento Genetico

In Italia, dopo quasi 40 anni di actinidia, sono coltivate maggiormente circa 10 varietà. La accessioni di actinidia oggi disponibili sono estremamente limitate e pertanto è necessario implementare il miglioramento genetico per determinare un’opportuna variabilità genetica. Le basi scientifiche tengono conto di caratteri quali: l’epoca di fioritura, di maturazione, peso dei frutti, l’attitudine combinativi dei parentali usati negli incroci, il problema della dioicia, la selezione di maschi mediante progeny test, la selezione assistita mediante marcatori molecolari.

Si auspica un’apertura della Cina, quale paese di origine del kiwi, ad un maggiore scambio di materiale genetico ed allo stesso tempo è necessario sviluppare un adeguato studio dell’associazione tra le sequenze geniche e fenotipo nei programmi di incrocio (Testolin, UniUD).

Si evidenzia l’importanza della ploidia e dell’impiego della citometria a flusso nei programmi di miglioramento genetico dell’actinidia in Nuova Zelanda. Essi sono alla base dei programmi di breeding di tutte le piante prodotte mediante incroci interspecifici o interploidi sui 3.500 genotipi che oggi costituiscono la collezione di germoplasma di Actinidia in Nuova Zelanda. La citometria a flusso, invece di investigare sul numero dei cromosomi, permette studi di popolazione individuando anche rari citotipi di estremo interesse; inoltre risulta rapida, affidabile, poco costosa e, unitamente alla determinazione della ploidia, risultano oggi approcci essenziali nei programmi di breeding (Ferguson et al, Nuova Zelanda). In Cina ci sono oggi oltre 50 cv. o selezioni impiegate per la produzione commerciale del kiwi. Si descrivono le numerose cv. a polpa verde, gialla e rossa nelle differenti aree della Cina, e le differenti prospettive di utilizzazione del germoplasma (Jiang, Cina). Oltre alla costituzione di nuove selezioni per epoca di fioritura e di raccolta, si evidenzia e si descrive la costituzione di ottimi e nuovi impollinatori, 19 selezioni di A. deliciosa e 12 di A. chinensis, (Conte-Nicotra CRA-FRU, RM).

Il miglioramento genetico in Italia e nel Mondo attualmente evidenzia un intenso lavoro che a breve dovrebbe proporre nuove cv/selezioni commerciali di kiwi a polpa verde e gialla (A. deliciosa, A. chinensis, A. arguta) al fine di migliorare differenti ed importanti caratteristiche (sapore, conservabilità, altre); per il kiwi a polpa rossa, i tempi di sviluppo di varietà commerciali sembrano essere maggiori.

ex facoltà di Agraria - Università degli studi della Tuscia (Viterbo)